Officina Move - Roma. Realizzazione di pezzi unici e irripetibili!

20
Dic2012

Diarr(IK)EA: ”cosa c’e’ di ecosostenibile nel comprare un mobile che poi devo smaltire dopo 2 o 3 anni?”

Ricordo mia cugina più grande che, negli anni 80 viveva a Berlino Mi parlava di un grande magazzino che vendeva mobili smontabili a prezzi bassissimi rispetto a quelli dei mobili e componenti d’arredo a cui noi italiani eravamo abituati. All’inizio degli anni 90 Ikea sbarca in Italia, a Bologna, e quella che mi sembrava una realta’ lontana iniziava ad avvicinarsi. Alla fine degli anni 90 il fenomeno Ikea, aveva ormai preso piede in tutta Italia. Ne sono stato entusiasta per poco, giusto il tempo che e’ trascorso tra il primo acquisto e la rottura dello stesso (da Natale a Santo Stefano).

I punti forte su cui si basa questa azienda sono:

1 Costo basso

2 Semplicita’ di trasporto

3 Ecosostenibilita’.

Sui primi due punti non ho niente da ridire ma il terzo e’ una trovata di marketing del cazzo. Trovo ecosostenibile un oggetto che dura per anni! La mentalita’ ecosostenibile era quella di mia nonna e mio nonno che hanno comprato dei mobili che sono stati utilizzati per tutta la loro vita. E non quella della tanto amata azienda che, giornalmente, riempie i nostri cassonetti con tonnellate di mondezza.

Letto 15408 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Luglio 2014 19:24
Vota questo articolo
(5 Voti)
Altro in questa categoria: I mercatini di arredamento usato »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.